FANDOM


Mintiper è mezz'elfo della luna, bardo e membro degli Arpisti.

Descrizione Modifica

Mintiper ha gli occhi azzurri che cambiano sfumatura a seconda dell'umore: diventano scuri quando si arrabbia e brillano chiari quando è curioso. Porta i capelli neri lunghi oltre le spalle e ha una vistosa cicatrice da bruciatura sul dorso della mano destra. Veste solitamente con abiti che richiamano i colori della terra.

E' alto 1,9 m e pesa circa 65 kg.

E' noto per eccezionali atti di coraggio, stupidaggine per i suoi detrattori. E' stato visto suonare la sua arpa in mezzo ad un gruppo di banshee e non è raro che si avventuri da solo in rovine o dungeon.

Relazioni Modifica

In pochi avrebbero osato attaccare Mintiper, sia per paura che per rispetto delle sue abilità. E' inoltre un membro degli Arpisti, all'interno dei quali è visto come un membro importante e dalla reputazione straordinaria, quasi pari a quella di Elminster.

E' amico e amante di Asilther Graelor e nutre profondo rispetto per Flamatanda, la sua maestra di musica.

Biografia Modifica

L'infanzia di Mintiper è avvolta nel mistero: sostiene di essere figlio di un uomo di Waterdeep e di un'elfa della luna della Foresta di Ardeep. Tuttavia, a volte utilizza il cognome Silverhand, che potrebbe collegarlo alla famiglia delle Sette Sorelle.

Nel 1341 DR fonda una compagnia di mercenari per proteggere le carovane delle Marche d'Argento, la cui impresa più nota è il saccheggio di alcuni tesori di Luskan. La compagnia è stata infine sconfitta al Passo di Turnstone da una forza di invasione orchesca che minacciava Everlund. Da quella battaglia sopravvissero solo Mintiper e cinque altri mercenari.

Poco tempo dopo percorse l'intera Grande Foresta grazie all'aiuto di un clan di gnomi, facendo amicizia con Turlang e i suoi guardiani della foresta e salvando Alyniria, una donna di ineguagliabile bellezza, dai suoi seguaci. Purtroppo Alyniria era troppo ferita e morì per i danni riportati, non prima di aver impresso una benedizione magica al mezzelfo con un bacio sulla spalla, che ha lasciato un segno ben visibile.

Dopo aver seppellito il corpo della donna in una tomba segreta, si diresse verso la Costa della Spada dove cominciò l'attività di ladro e facendosi una gran reputazione, arrivando ad uccidere il mago Iniarv e rubare la sua collezione di duecento leoni d'oro. Rubò quindi una nave calishita per fuggire, dirigendosi verso Skaug.

Qui entrò a far parte dell'equipaggio di Kesmer Redeyed, un pirata noto come il Lupo della Costa, fino a quando la sua nave non fu distrutta da una tempesta, costringendolo a fuggire utilizzando uno smeraldo donatogli dalla madre, che lo trasportò lontano. Altri marinai sopravvissuti parlano però di un'esplosione a bordo della nave, al termine della quale non si trovò traccia di Mintiper.

Avviò un'attività come guida turistica a Myratma ma, scoprendo che la cosa lo annoiava, tornò verso la grande foresta, ma entrò in conflitto con alcuni gruppi Bedine dell'Anauroch. Dopo aver ucciso il loro leader, Mintiper si diresse verso la Foresta Lontana con Noura, una delle sue figlie, che lo spinse a suonare l'arpa. Mintiper, già ottimo cantante, scoprì il suo innato talento per quello strumento.

Abbandonando la vita da ladro e avventuriero per l'arpa, venne avvicinato da Flamatanda Snowbow, che ne fece il suo apprendista e lo presentò agli arpisti. Pochi mesi dopo, Noura si ammalò e morì lentamente, nonostante gli sforzi di Mintiper per curarla.

Successivamente, partecipò ad alcune missioni per gli arpisti, distruggendo il Fantasma delle Colline di Berrun, attaccando HellGate Keep e viaggiando nel Sottosuolo.

Caratteristiche Modifica

Razza: Mezzelfo della Luna

Allineamento: CB

Classi e livelli: Guerriero 5/Ladro 5/Bardo 9

Possedimenti Modifica

  • Una collezione di armature di pelle
  • Bracciali dell'armatura
  • Spada bastarda d'argento +2
  • Mantello elfico
  • Decantatore di acqua infinita
  • Pozioni di cura
  • Arpa, liuto e flauto
  • Due coltelli da lancio
  • Una spada corta